L'esonero contributivo sarà aumentato. La legge di Bilancio 2022 aveva previsto che, dal 1° gennaio 2022 al 31° dicembre 2022, fosse riconosciuto un esonero sulla quota dei contributi previdenziali IVS a carico del lavoratore dell'0,8 a condizione che la retribuzione imponibile non superasse i 2692 euro parametrata su 13 mensilità. Cosa cambia? Con il Decreto Aiuti bis del 9 agosto 2022 è stato previsto l’incremento dell’esonero di 1,2 punti percentuali portando così l’esonero da 0,8 a 2 punti percentuali per il periodo di riferimento 1° luglio – 31 dicembre 2022. Immutate invece le condizioni: la retribuzione imponibile non deve superare i 2692 euro...

Il Bonus benzina Con il Decreto Ucraina, nel 2022 è stato previsto un bonus benzina per i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti e i soci di cooperative di produzione e lavoro che hanno anche un rapporto di lavoro subordinato) fino ad un massimo di 200 euro, erogato dai datori di lavoro privati, compresi studi professionali ed enti del terzo settore, esclusivamente su base volontaria. La scelta dei lavoratori ai quali erogare il beneficio può essere effettuata anche ad personam e senza necessità di un preventivo accordo contrattuale. Il bonus è esente da imposizione fiscale ed è da considerarsi aggiuntivo rispetto a quanto già...

Nell'era degli smartphone sempre connessi in rete e dei social network sono tante le occasioni per distrarsi al lavoro. Ormai non si può dire che questi strumenti siano proprio delle novità, però i contratti collettivi che dovrebbero regolarne l'utilizzo spesso non ne tengono conto o non danno disposizioni in merito. Ecco perché oggi il codice disciplinare diventa ancora più rilevante. Infatti va a coprire tutta una serie di carenze normative dei contratti collettivi, che spesso sono datati e senza indicazioni riguardo l'uso dei social network. Il fatto è che se un'azienda vuole contestare a un proprio dipendente di perdere tempo sui social...